Tutto. Niente.

Ancora una volta ho sbagliato tutto. Ancora una volta ho pensato che il modo migliore di risolvere un problema fosse allontarmi e tacere, fare passare del tempo nella speranza che il problema … puff … si risolvesse da solo.
Ma a quasi 27 anni posso essere ancora così stupida e immatura?
Possibile che non abbia ancora capito che la gente non può sapere quello che ho in testa, se non sono io a dirglielo?
Mi fermo un attimo e penso. Se avessero fatto a me una cosa del genere? Se la persona che amo, con la quale ho sto facendo progetti per il futuro, sparisse da un giorno all’altro dopo aver singhiozzato al telefono le parole "È meglio se per un po’ non ci vediamo…" Come avrei reagito? Come mi sarei sentita?
Mi sarei sentita come lui si sente.
Punito per qualcosa che non ha fatto, il suo amore ricambiato da cattiveria e indifferenza, incredulo e confuso, arrabbiato. Mi sarei sentita così.
E non conta niente che io ogni sera mi addormenti piangendo, abbracciando la sua tartarughina e guardando la sua foto con gli occhi dolci, quella fatta l’anno scorso a Graz che mi piace tanto.
E non conta niente che io mi senta una merda, che mi dispiaccia da morire.
Non conta niente perché lui non lo sa.
E lui non lo sa perché io non glielo dico.
E io non glielo dico perché non riesco a parlargli.
Non ci riesco.
Anche ieri sera al telefono, scena muta. Mi blocco. Non so da dove cominciare, non so cosa dire, ho paura che una volta proferite le prime parole ci travolga un fiume in piena. Sto male. Durante il giorno mi costringo a fare sempre qualcosa perché non appena mi trovo per un attimo libera, partono i pensieri, il magone, le lacrime. E così faccio, faccio, faccio, per non pensare. Essere a casa, disoccupata, non aiuta per nulla e non fa che aggiungere carne al fuoco dei miei problemi.
Ho paura?
Ho paura.
Ho paura della solitudine, ho paura di ferirlo in modo profondo e straziante. Ma non mi rendo conto che, in fondo, lo sto GIÀ facendo soffrire, molto più di quello che merita? Che lo sto lasciando sospeso in un limbo di cui non comprende la ragione e di cui non riesce ad immaginarsi la conclusione? E io riesco ad immaginarmela? In fondo ci sono solo due soluzioni possibili.
Sì o no.
Ma l’amore, dannazione, non è sì o no. È infinitamente più complesso… come si fa a ricondurlo a un sì o a un no… Ognuna delle due due possibilità porta con se conseguenze  e complicazioni imprevedibili, difficili da gestire…
Ma lui mi ama, MI AMA,   M I   A M A.
Nessuno in questi 27 anni mi aveva mai amato (familari esclusi, ovviamente). Non ero mai stata speciale per nessuno, nessuno mi ha mai guardata negli occhi come fa lui, nessuno ha mai visto in me quello che vede lui. Come posso io essere tanto cattiva nei suoi confronti, tanto ingrata? Dove è finito tutto l’amore incondizionato, libero, assoluto, che provavo per lui? Perché? Perché? Perché non riesco a dargli quello che vuole, quello di cui ha bisogno, quello che si merita per essere un ragazzo così affettuoso, sensibile, intelligente, premuroso… speciale?
Perché non posso dire "ora ti amo con tutta me stessa perché tu ami me e perché dev’essere per
forza così"
e vivere per sempre felice e contenta?
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in istantanee di vita. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Tutto. Niente.

  1. s a r a ha detto:

    perchè….perchè non "dev’essere per forza così". Nella tua storia, semplicemente, non metterci l’impegno e la costanza che metti in tutte le altre tue attività. Amare è sentirsi liberi di essere incostanti. E’ lasciarsi spazio. Non dev’essere un clichè: siete voi due, che vi amate in modo diverso e perfino con intensità diverse. Magari, perfino a giorni alterni!

  2. s a r a ha detto:

    Non dev’essere per forza come dovrebbe essere.Sii naturale, e libera di amare nel modo in cui lo senti, anche se è diverso ogni giorno. Sii libera di parlargliene: che cavolo, è l u i ! Custodisce la tua intimità forse più di quanto non fanno i tuoi famigliari. E’ l u i!

  3. s a r a ha detto:

    Raccontagli di quello che senti, la verità. E anche se il tuo amore sarà diverso ogni giorno, gli regalerai tutte le sfumature, lo sorprenderai proprio perchè a volte lo amerai con la testa, altre con gli occhi, altre con le mani….e sarà una sinestia d’amore! :)Mettiti a tuo agio, chiara.Sono passata "di qui" per caso, e questo sfogo meritava un riscontro, anche se non lo cercavi.un sorriso*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...